In ricordo di Antimo

Oggi, 13 ottobre 2010, ricorre il 2° anniversario della morte del nostro caro Antimo Amoriello. Riportiamo qui di seguito le struggenti parole del fratello Enzo, scritte di getto in occasione della sua scomparsa.

Oggi la notizia della tua scomparsa ha colto tutti di sorpresa e si è diffusa come un lampo per paesi e città lontane, perché nessuno mai si aspettava una morte così prematura. Tutti sapevano della tua malattia, ma ciò che ha sorpreso tutti è stato il modo con cui tu sei stato capace di domarla e gestirla in questi ultimi tre anni, ti devo riconoscere che è stato veramente geniale.

In pratica l’hai trattata come un intruso a cui non andava data importanza, anzi senza neanche dargli spazio per parlarne, perchè la ritenevi talmente fuori luogo per te che avevi sempre tanto da fare, che non meritava neanche di dedicargli più del tempo necessario per tenerla sotto controllo.

Solo negli ultimi giorni gli hai concesso di prendere il sopravvento su di te, ma è stata perdente perché anche in questo caso non gli hai dato tanto spazio, ma gli hai concesso solo una settimana! Ci hai insegnato come si fa a convivere con una malattia anche nella sua gravità, semplicemente ridendoci sopra ed affrontando ogni cosa ed ogni persona sempre col sorriso.L’ultima tua battuta che mi lascerà un bel ricordo di te è stata ieri sera, poche ore prima della tua scomparsa, quando eri già in una condizione critica e con un filo di voce che ti restava hai avuto ancora la forza e la simpatia di dire all’infermiera che entrava in camera: “Ciao bella!”. Anche in questo caso sei stato unico nella tua semplicità e nel tuo amore per il prossimo.

Oggi la tristezza che scende nei nostri cuori e nel sentirci un po’ più soli, sentiremo la tua mancanza perché senza di te abbiamo perso il buon umore che riuscivi sempre a trasmettere a tutti noi e a tutte le persone che hai incontrato nel tuo cammino. Chiunque ti ha conosciuto ha sempre apprezzato di te la simpatia e la disponibilità che davi ad ognuno per qualsiasi cosa senza mai tirarti indietro.

Un’altra tua qualità che ci mancherà sarà il tuo impegno nel sociale che hai sempre saputo portare avanti, battendoti contro ogni ostacolo ed ogni tipo di burocrazia che impedivano l’avanzare dei progetti prefissati. Tutto il tuo impegno per i ragazzi nel nome di Don Bosco ti sarà ricompensato nel regno di nostro Signore che ha sempre gradito la tua carità cristiana sotto ogni forma.

Anche nel tuo lavoro sei stato capace di portare avanti ogni tipo di mansione che ti veniva affidata sempre con il sorriso sulle labbra e la battuta pronta. Mai una volta in tutta la tua vita lavorativa ti ho sentito lamentarti per qualcosa o per qualcuno, riuscivi sempre ad affrontare il lavoro con gioia e gratitudine. Tutti i tuoi colleghi ti ricorderanno più come un amico che come un collega, perché la tua disponibilità andava oltre la sfera del lavoro.

Caro Antimo credo che il Signore ti abbia già accolto nella sua luce e nella sua gloria, per tutti i meriti che non hai avuto nella vita terrena, per la tua prematura scomparsa che lascerà sempre un vuoto in tutti quelli che ti hanno conosciuto e ti hanno amato.

Solo un pensiero cristiano oggi ci dà forza per proseguire nel nostro cammino, che tu continuerai a starci sempre vicino, a noi ed in particolar modo alla tua bella famiglia che ti ha tanto amato.

Noi tutti che ti abbiamo sempre voluto bene, solo attraverso la preghiera riusciremo ad accettare la volontà del Signore che ti ha voluto a sé.

Tuo fratello Enzo

Tag:

2 Commenti a “In ricordo di Antimo”

  1. Alice scrive:

    Grazie di cuore ..

  2. monica scrive:

    mi spiace non aver conosciuto una persona così speciale… ma sono contenta di poter “vivere” le sue dolcissime figlie…il suo lavoro migliore direi.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento