Tavola rotonda sulla sfida educativa

A conclusione della rassegna nazionale “IL TEMPO DELLE SCELTE – LA SFIDA EDUCATIVA” (promossa dall’Associazione Cattolica Esercenti Cinema – in collaborazione con il Progetto Culturale della Chiesa Italiana e il Ministero per i Beni e le Attività Culturali) si è tenuta, venerdì 20 maggio alle ore 21 presso il Cinema di Pernate, una tavola rotonda alla quale sono intervenuti il  Dott. Riccardo Grassi (sociologo), Don Stefano Rocchetti (responsabile del Centro Diocesano Giovanile) e Don Lorenzo Rosa (responsabile della Pastorale Giovanile del Vicariato Ovest Ticino).

Riccardo Grassi ha aperto il dibattito offrendo alcuni interessanti elementi sulla condizione giovanile oggi. Viviamo infatti in un tempo molto strano: si vive seguendo il mito della giovinezza, si fa di tutto per sentirsi giovani anche in età avanzata e nel fare questo non ci si accorge che vengono privati spazi vitali ai “veri” giovani. Questo fatto impedisce loro di realizzarsi, di “spiccare il volo” a livello affettivo e professionale, staccandosi dal protettivo nucleo famigliare.

Don Stefano Rocchetti ha poi sinteticamente riassunto i punti fondamentali intorno ai quali ruotano gli Orientamenti Pastorali della Chiesa Italiana per il decennio 2010-2020 che mettono a tema il discorso dell’educazione. La Chiesa si fa carico dell’emergenza educativa offrendo tutte le sue risorse affinché le nuove generazioni possano essere aiutate a crescere come – per dirla alla Don Bosco – “buoni cristiani e onesti cittadini”.

Don Lorenzo Rosa ha brevemente ricordato il lavoro che come parrocchie e oratori già si sta facendo sul territorio in termini di rete con le altre agenzie educative presenti sul territorio, ma tanto c’è ancora da fare. Gli oratori in particolare sono visti dalla società civile e dalle istituzioni come luoghi educativi di cui oggi si riscopre la valenza educativa e il prezioso, nonché spesso silenzioso, lavoro che vi si conduce.

Il dibattito ha poi coinvolto diverse persone presenti, tra giovani e meno giovani. L’ora tarda ha costretto a interrompere una discussione che stava scaldando i cuori e le menti dei presenti, ma ci siamo lasciati con la volontà di ritrovarci ancora per portare avanti la riflessione su questo affascinante tema dell’educazione.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento